fbpx

Alimentazione in estate: una visione energetica

Indice dei contenuti

È ufficialmente iniziata l’estate e in base al modello delle 5 Trasformazioni siamo entrati nel periodo dell’energia Fuoco, caratterizzato da un’energia in massima espansione. L’energia Fuoco rappresenta infatti il culmine del movimento ascendente legato all’energia Legno e la preparazione della fase discendente legata all’energia Terra.

L’energia Fuoco

L’energia fuoco è l’energia che mescola, non solo il sangue, la linfa, l’ossigeno e i nutrienti, ma anche i pensieri e le emozioni.

Gli organi legati a questa energia sono l’intestino tenue e il cuore, oltre al pericardio e al triplice focolare o triplice riscaldatore, che in realtà non è un vero e proprio organo, ma un meridiano che ha il compito di mescolare e armonizzare l’energia del corpo. Il cuore rappresenta il punto centrale del nostro corpo, l’incontro tra l’energia Cielo (yang, contraente, discendente, che dà forma) e l’energia Terra (yin, espansiva, ascendente, che può portare a una perdita di forma), il punto di equilibrio energetico (quello del cuore è il chakra centrale).

Entrambi questi organi sono in perenne movimento ed è quindi importante seguire un’alimentazione che da una parte non crei intasamento, tensione, ristagno, accumulo o rigidità, e dall’altra non porti debolezza, espansione e perdita di forma.

Quindi qual è l’alimentazione giusta per l’estate?

Fermo restando che la base restano sempre cereali prevalentemente in chicco e integrali, verdure, legumi, condimenti di buona qualità, frutta secca e semi oleosi, un po’ di frutta di stagione, cibi fermentati, magari un po’ di alghe e dolci di buona qualità, ecco alcuni accorgimenti che permettono di armonizzarci meglio con la stagione estiva:

  • tra i cereali diamo più enfasi a quelli con il sapore un po’ amaro (il gusto amaro è il sapore dell’energia Fuoco) come la quinoa, il mais e l’amaranto (ovviamente anche gli altri vanno sempre bene, magari il riso meglio a chicco lungo, ma anche il miglio, l’orzo, il farro, il cous cous e così via), e magari consumati un po’ più spesso in insalata

 

  • tra le verdure privilegiamo quelle a foglia verde (non a caso l’estate è la stagione delle insalate) consumate crude o saltate velocemente con olio e sale e magari condite con succo di limone o condimenti dal sapore agrodolce che piacciono anche al fegato (l’energia Legno nutre l’energia Fuoco)

 

  • in generale privilegiamo gli stili di cottura più yin, quelli che ci permettono di cuocere le verdure velocemente, preservandone il colore brillante e la consistenza croccante (saltare, cuocere a vapore, scottare velocemente, pressare), in modo da avere un senso di freschezza e rendere più biodisponibili vitamine e sali minerali

 

  • sempre per quanto riguarda la verdura, l’estate è la stagione in cui possiamo concederci un po’ di più di crudo, ma facciamo attenzione perché in alcuni casi troppo crudo, soprattutto per quanto riguarda la frutta e la verdura più acquosa, potrebbe portare debolezza (un accorgimento interessante è quello di condire la verdura con un po’ di acidulato di umeboshi, in modo da renderla più yanggrazie alla presenza del sale)

 

  • per quanto riguarda la frutta, un po’ più di frutta cruda ci sta, ma sempre senza esagerare e soprattutto privilegiando quella locale e non quella di origine tropicale

 

  • i legumi vanno tutti bene, ma possiamo prepararli in insalata, magari conditi con la salsina ai 4 sapori (1 C malto di riso, 1 C shoyu, 1 c senape delicata o succo di zenzero, 1 c succo di limone o acidulato di riso);

 

  • anche le alghe, così ricche di vitamine e sali minerali, sono un ottimo integratore per l’estate (soprattutto la nori e la dulse che sono le alghe specifiche dell’energia Fuoco)

 

  • riduciamo il più possibile il consumo di cibo animale (possiamo tenere un po’ di pesce, meglio ancora se a carna bianca) e dei prodotti da forno perché sono alimenti che creano calore e tensione nel corpo ed è l’ultima cosa di cui abbiamo bisogno

 

  • riduciamo anche la quantità di grassi e privilegiamo il consumo di olio extra vergine d’oliva, che ha l’effetto di raffreddare il corpo

 

  • un ottimo piatto estivo è anche la frittura in tempura, meglio se a base di verdure

 

  • per quanto riguarda il sapore amaro, impariamo a usare regolarmente il gomasio e riduciamo o evitiamo il consumo di caffè che crea debolezza nei reni, sede della nostra forza vitale

 

  • se siamo abituati a bere la zuppa di miso, possiamo consumarla tiepida, condirla con miso e shiro miro e aggiungere una fetta di limone per renderla più fresca

 

  • grazie alla ricchezza di sali minerai e all’assenza di teina, un’ottima bevanda da avere sempre a portata di mano è il tè kukicha, ottimo anche a temperatura ambiente, bevuto puro o con del succo di mela per una bevanda fresca e dissetante.

 

Una buona abitudine, infine, è quella di fare moderata attività fisica, mentre le frizioni restano sempre un ottimo sistema per mescolare l’energia!

Buona estate a tutti 

Vuoi caricare più post?

Per consulenze o info contatta Laura

Se volete saperne di più, se avete dubbi o domande o se vi interessa una consulenza individuale potete contattarmi scrivendo a info@ibuonisani.it oppure chiamando il 329_6915419