fbpx

Se è vero che il cibo è importante, anche le pentole che usiamo per cucinarlo sono altrettanto importanti e vanno scelte con cognizione di causa.

Di fronte all’enorme offerta di forme e materiali presenti sul mercato, mi rendo conto che la scelta può risultare difficile, ma dopo aver sperimentato un po’ in prima persona, ecco le conclusioni a cui sono giunta:

  • Le pentole che preferisco e che più si adattano agli stili di cottura che usiamo maggiormente, soprattutto la cottura per assorbimento dei cereali, sono quelle in acciaio inossidabile con il fondo spesso;
  • Un’altra pentola che non dovrebbe mancare in cucina è il wok, ottimo per friggere e saltare le verdure. L’ideale sarebbe in ghisa, ma vanno bene anche altri materiali. Se lo prendete in ghisa, l’unico accorgimento è di asciugarlo perfettamente dopo ogni utilizzo per evitare che arrugginisca;
  • A me piacciono molto anche le pentole in terracotta, soprattutto per cucinare zuppe o stufare le verdure a fuoco lento;
  • Un’alternativa sicuramente comoda sono le pentole antiaderenti, che richiedono però un po’ di attenzione in più nel senso che non andrebbero lavate in lavastoviglie e soprattutto sono da buttare via quando lo strato di Teflon si scheggia, oltre a richiedere l’uso di mestoli che non rovinino il rivestimento;
  • Allontanandoci un po’ dalle pentole in senso stretto, uno strumento molto utile soprattutto per la cottura dei cereali per assorbimento o per la stufatura delle verdure è lo spargi fiamma, che contribuisce a distribuire il calore in modo uniforme ed evita che il cibo si attacchi sul fondo. Si fa un po’ fatica a trovarli, ma magari ne avete ereditato uno dalla nonna;
  • Infine può essere utile avere anche un pressa-verdure, l’ideale sarebbe in vetro, ma purtroppo io non ne ho ancora trovati, quindi se prendete quello classico in plastica, mi raccomando usatelo solo per tenere le verdure in pressione, ma per conservarle trasferitele in un contenitore di vetro.

Naturalmente poi ci sono tantissime altre varietà di pentole e padelle, queste sono le più comuni, per tutto il resto lascio il giudizio al vostro intuito e buon senso.